Addii

Persone mai incontrate.
Persone che entrano nelle nostre televisioni e nelle nostre radio.
Persone che entrano nella nostra vita.
Persone che appaiono perfette nelle loro presunte ricchezze e felicità.
Persone che come noi se ne vanno.
Se ne vanno senza preavviso e lasciano un po’ di perplessità.
La morte non dovrebbe entrare nel mondo patinato dello spettacolo, quell’irrealtà deve restare perfetta, senza malattie, senza dolori, senza difficoltà.
I titoli dei giornali spezzano un po’ l’illusione di quella perfezione.
Avvicinano quell’intoccabile cantante alle epigrafi delle nostre mattine.

Postato da Thaithela

20120307-224947.jpg


//

Pubblicità

Informazioni su andreabusin

Cerco un posto nell'infinito delle parole. Scrivo per dare un senso a quello che mi circonda, e una vita eterna alle vicende che vivo per mezzo degli altri. Diventato uno scrittore sogno di continuare a esserlo, aspettando che l'ispirazione ponga la parola fine ad un'altro romanzo.
Questa voce è stata pubblicata in Capisaldi giornalieri, Infelicita', Lucio Dalla, Morte, Riflessioni, tragedie. Contrassegna il permalink.

A te che hai letto, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...